“Vlahovic mi sta infastidendo”: stavolta Commisso si è arrabbiato davvero

Commisso saluta i tifosi
Rocco Commisso, Fiorentina (Getty Images)

Le parole di Rocco Commisso, presidente della Fiorentina, sul rinnovo di Dusan Vlahovic, che continua a subire dei ritardi e delle incertezze.

Il rinnovo di Dusan Vlahovic tiene banco in casa Fiorentina. Si tratta indubbiamente del calciatore più in vista della rosa, ragion per cui la sua conferma farebbe bene all’immagine generale del club. Tuttavia, rispetto ai presupposti iniziali, pare esserci stato un allenamento della trattativa.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Fiorentina, Comisso sul rinnovo di Vlahovic: “Mi sto un po’ infastidendo”

Vlahovic in Udinese-Fiorentina
Dusan Vlahovic, Fiorentina (Getty Images)

Del nuovo contratto del serbo ne ha parlato il patron Rocco Commisso, a margine dell’evento per la consegna del trofeo Nereo Rocco: “Se ne parla da mesi, ma si dicono spesso realtà che non esistono. Qui siamo tutti professionisti e le cose vanno fatte sul serio. Vorrei che il suo procuratore venisse a Firenze per parlare del suo assistito. La verità è che non so dare un giudizio su di lui, spero solo che lui e il giocatore portino rispetto per me, per la società e per i tifosi“.

LEGGI ANCHE >>> “Vergognatevi”: caos in Serie A, è partita la contestazione dei tifosi

Il presidente della Fiorentina è poi entrato nel dettaglio della situazione e della proposta del club all’attaccante: “Se Vlahovic rinnoverà, percepirà la cifra più alta nella storia del club. Più di Batistuta, Rui Costa e Ribery. Gli offriamo 40 mln in cinque anni. Io alla sua età dovevo lavorare un anno per guadagnare quello che lui prende in tre giorni, non so dove sia arrivato questo calcio. Mi sto un po’ infastidendo, anche perché la Fiorentina non è solo Vlahovic. C’è un bel gruppo che vuole andare avanti insieme, e qualcuno sta cercando di distrarlo. Ho dato a Vlahovic il tempo di andare in Nazionale, volevo riparlarne al suo ritorno ma questo non è successo”.