Il giorno dopo Italia-Spagna, c’è chi non ha più dubbi: “È come Totti!”

Totti in tribuna
Totti (Getty Images)

Nonostante la sconfitta dell’Italia contro la Spagna, l’ex azzurro non ha più dubbi: “È un’eccezione, è uno come Francesco Totti”

È un day after amaro, quello successivo alla sconfitta dell’Italia contro la Spagna. Non solo per il risultato e la prestazione maturata, ma anche e soprattutto per lo storico record di 37 risultati utili consecutivi, interrotto dalla formazione di Luis Enrique. Una partita dove il CT iberico ha dato spazio ai suoi giovani e ad uno storico esordiente: il classe 2004 Gavi, che ieri ha incantato per tecnica e personalità con la maglia della Roja.

La prestazione del blaugrana ha lasciato tutti di sasso, anche chi la maglia del Barcellona l’ha indossata nella sua carriera, proprio come quella della Nazionale italiana: “In Spagna non hanno paura di lanciare i ragazzini. Se un giocatore ha talento, lo si vede sin da subito e hanno il coraggio di dargli un’opportunità”, ha dichiarato Demetrio Albertini ai microfoni di ANSA.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Albertini con la coppa
Albertini (Getty Images)

LEGGI ANCHE >>> L’inaspettata strategia di Mourinho per portare il bomber alla Roma

Albertini su Gavi ed il paragone con Totti: “È un’eccezione, ma in Spagna credono nei giovani”

Al centro della sua intervista, il rapporto che intercorre tra i giovani talenti e il sistema calcio spagnolo: “In Spagna esiste un percorso formativo diverso – continua Albertini – dove il talento va spesso a confrontarsi con l’esperienza. Poi esistono i calciatori e i ragazzi come Gavi, ma è un’eccezione. È uno come Francesco Totti, per intenderci”.

Di qui,  Albertini fa il calco sulla sua esperienza al Barcellona: “Nel 2005, c’erano molti ragazzi della formazione giovanile che si allenavano con noi. Gente come Messi, e altri giovani già nel giro della prima squadra come Puyol. Insomma, parliamo di gente che ha scritto poi la storia del club e del calcio mondiale. In Italia valorizziamo molto il concetto di esperienza, ma il talento puoi averlo a qualsiasi età”.