Napoli, mossa a sorpresa di Spalletti: tifosi spiazzati dall’allenatore

Il Napoli pronto a ripartire dopo la sconfitta patita per mano della Fiorentina: il tecnico Spalletti prepara una mossa a sorpresa.

Il titolo è ancora a portata di mano. Il Napoli, nonostante la sconfitta patita per mano della Fiorentina, è infatti rimasto al secondo posto a -2 dal Milan capolista. I rossoneri sono in piena crisi offensiva (appena 4 gol nelle ultime partite tra campionato e Coppa Italia) e nei prossimi impegni dovranno fare a meno di Zlatan Ibrahimovic a causa dell’ennesimo infortunio subito.

Napoli, Spalletti applaude
Luciano Spalletti (Ansa)

Ecco perché Luciano Spalletti è tornato a chiedere ai suoi una pronta reazione e di mettere subito alle spalle la debacle di domenica scorsa. Ora il mirino è puntata sul big match di Pasquetta, che vedrà gli azzurri affrontare in casa la Roma (reduce da 3 vittorie consecutive), e nell’occasione il tecnico azzurro potrebbe mandare in campo una formazione differente rispetto a quelle viste in queste settimane.

L’ipotesi attualmente al vaglio, stando a quanto riportato dalla ‘Gazzetta dello Sport’, è quella di lanciare dal primo minuto il tandem offensivo formato da Victor Osimhen e Dries Mertens. Un duo in grado coniugare potenza e qualità, attraverso il quale rilanciare la potenza di fuoco della squadra e compensare il rendimento deludente offerto da alcuni giocatori.

Mertens in campo
Dries Mertens (Ansa)

Napoli, Spalletti pensa al tandem Osimhen-Mertens

É il caso, ad esempio, di Piotr Zielinski fermo alla rete siglata il 4 dicembre. Stesso discorso per Fabian Ruiz, la cui ultima rete risale al 27 febbraio. Da qui l’idea di schierare in contemporanea sia il nigeriano (autore di 16 reti e 5 assist in 26 apparizioni) che il belga, il cui futuro è ancora tutto da scrivere.

Con il rigore conquistato contro l’Atalanta ed il gol rifilato alla Fiorentina Mertens ha dimostrato di poter essere ancora molto utile alla causa azzurra e a breve incontrerà il club per fare il punto sul rinnovo del contratto in scadenza a giugno. Il suo obiettivo è quello di restare e pur di agevolare la trattativa si è detto disposto a rinunciare a parte dello stipendio al momento percepito (5 milioni). La Lazio, intanto, ha già iniziato a sondare il terreno. Ora sta al Napoli prendere la decisione definitiva.