Si scalda l’atmosfera in attesa del Clasico, la sfida che non delude mai


Ci risiamo, di nuovo loro a calamitare l’attenzione di tutti i media d’europa: Real Madrid e Barcellona, le due grandi di Spagna, si affrontano nuovamente questa sera, in occasione della semifinale della competizione più importante d’Europa, la Champions League.

El Clasico sta diventando sempre più una sfida di nervi: lo dimostrano le dichiarazioni dei giocatori, degli allenatori e i precedenti. Il solito Mourinho ha stuzzicato gli avversari, ricordando tutti i favori arbitrali di cui ha potuto godere il Barcellona fino ad oggi e criticando Guardiola, “l’unico che critica un direttore di gara che azzecca una decisione difficile“; Mou ha ricordato l’espulsione di Motta dello scorso anno durante Barcellona – Inter e i favori ricevuti nei due scontri di quest’anno contro l’Arsenal, ma è tornato anche sulla questione diffidati, accusando il Barca di provocare i diffidati delle merengues per farli ammonire. Le affermazioni del tecnico Madridista non sono casuali, ma rispondono ad alcune punzecchiature di Guardiola, che in settimana aveva affermato che “a noi la Coppa del Re è sfuggita a causa di un assistente di linea con una vista molto buona, direi privilegiata, che ha segnalato un fuorigioco di Pedro per due centimetri” e che Mourinho avrebbe sicuramente apprezzato un arbitro portoghese, magari come quello della semifinale di andata con l’Inter, arbitrata dal portoghese Olegario Benquerença, ed in cui, secondo quanto sostengono tuttora nella città catalana, all’Inter venne concessa una rete in fuorigioco ed al Barça non venne concesso un chiarissimo rigore per un fallo subito in area da Dani Alves.

El Clasico non delude mai e son convinto che anche stasera potremo assistere ad una partita che ci terrà per 90′ bellissimi minuti incollati allo schermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *