Sampdoria, Ferrero parla dello stadio Flaminio: “Mi piange il cuore”

Sampdoria, euforia FerreroIl presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, in un’intervista rilasciata all’Ansa ha espresso il suo rammarico per la situazione in cui versa lo Stadio Flaminio.

«All’alba del 2017 e dei miei 67 anni» ha affermato il patron dei blucerchiati «gli auguri non bastano più ed è tanta la voglia di fare qualcosa per Roma, che è la mia città ed è bella come i colori della Samp, che sono i colori più belli del mondo. Credo che tutti i romani come me debbano lanciare un appello al nostro amato sindaco e al suo assessorato per ridare all’Italia un tempio dello sport».

Poi Ferrero si è rivolto direttamente all’Amministrazione Capitolina ed ha proseguito «Ogni giorno che lo vedo, vuoto e abbandonato a se stesso mi piange il cuore. Ci sono molte realtà, anche nel calcio giovanile, che vogliono crescere e che meritano fiducia se hanno progetti, programmi e strutture adeguate. Io da cittadino romano sono pronto a dare il mio contributo per la crescita della città e per ridarle il Flaminio che Roma merita»