Napoli-Palermo, Sarri: “Testa all’avversario di domani. Milik? Non si sente pronto”

napoli sarriNAPOLI, PALERMO, SARRI – Maurizio Sarri non vuole che il suo Napoli cali d’intensità proprio adesso, in un periodo sicuramente delicato per le sorti della stagione. Domani al “San Paolo” arriva il Palermo del neo-tecnico Diego Lopez. Sulla carta sembra un impegno facile per gli azzurri, ma Sarri in conferenza stampa tiene alta la tensione: “Noi proveremo a battere il Palermo domani, l’unica cosa che ci interessa. E’ una gara difficile, c’è il rischio della superficialità. Abbiamo sofferto a battere la Sampdoria che ha fatto meno punti dei siciliani fuori casa, pareggiato col Sassuolo che ha fatto meno punti del Palermo fuori casa. Mi interessano solo risultati e punti, basta”.

Ancora Sarri sui rosanero: “Fuori casa il Palermo ha fatto risultati, i problemi li ha avuti in casa. Fuori casa è a metà classifica, ha comunque individualità di livello e col cambio d’allenatore si spazzano via le individualità. E’ una gara delicata, dovremo dimostrare veramente se siamo cresciuti mentalmente”. Non ci sarà Milik, che si sta lentamente riprendendo dopo la rottura del crociato, Sarri spiega: “Ho parlato ieri col ragazzo, sarebbe più contento di allenarsi senza fermarsi. Non si sente ancora del tutto pronto, oggi ci riparlo, ma la sua sensazione era questa”. 

C’è invece chi scalpita per lasciare il segno: Pavoletti? Ha fatto quello che mi aspettavo in Coppa, veniva da una lunga inattività e non poteva essere al 100%. L’ora di gioco lo aiuterà, serve un pò di pazienza, avrebbe bisogno di minuti per arrivare al top della condizione”. Chiusura infine su Gabbiadini: “Con me ha la media-gol più alta della sua carriera, l’anno scorso aveva la media di un gol ogni 97 minuti. Al momento la società non mi ha comunicato niente su di lui”.