Napoli-Crotone, Sarri ironico: “Tutti si lamentano a Torino? Forse sono pazzi…”

NAPOLI-CROTONE, SARRI IRONICO – Il Napoli torna in campo dopo la cocente eliminazione in Champions League agli ottavi di finale per mano del Real Madrid: lo farà domani, al “San Paolo” contro il Crotone. Gli azzurri proseguiranno la loro corsa verso il secondo posto, attualmente occupato dalla Roma.

Maurizio Sarri è tornato a parlare in conferenza stampa dopo il silenzio imposto dalla società a seguito della sfida di Coppa Italia contro la Juventus. Il tecnico toscano ha esordito parlando della sfortunata sfida di Champions League“L’eliminazione ci ha fatto inc****re, ora siamo arrabbiati e consapevoli che dobbiamo migliorare per diventare una grande squadra. Ci attende una gara difficile come tutte quelle che arrivano dopo la Champions”. Sarri ha voluto parlare anche delle polemiche a seguito della sfida di ieri tra Juventus e Milan, ironizzando sulla situazione: “Sono stato tutta la sera con il mio cane, Ciro, non ho visto la partita, ho preferito stare in giardino con lui perché è un animale problematico, ha avuto esperienze difficili. Si lamentano tutti a Torino? Può darsi siano tutte squadre di pazzi o che ci siano episodi. Non lo so, non faccio il presidente degli arbitri: lui continua a dire che sono i più forti del mondo”.

Si parla poi della partita di domani contro il Crotone“Partita non semplice, dobbiamo rimanere attaccati alla classifica. Le gare dopo la Champions League sono sempre complicate. Dobbiamo sapere che in ogni partita c’è un obiettivo, dobbiamo sentirlo quando indossiamo la maglia. Una squadra che ha le palle affronta il Crotone come se fosse il Real Madrid. Milik titolare? Non lo so, oggi vedrò in allenamento. Ieri avevo la sensazione di un buon recupero di molti giocatori, oggi avremo riscontri più scientifici. Il suo infortunio ci ha permesso di conoscere Mertens in questo nuovo ruolo. Il ragazzo è guarito, ma non è ancora al 100%”.

Infine si torna a parlare dell’obiettivo secondo posto, che vale l’accesso diretto ai gironi di Champions“Dobbiamo sempre vincere, più volte ci riusciamo e più aumentano le possibilità. Pensiamo solo a domani. Stiamo facendo meglio quest’anno rispetto all’anno scorso. Ma non facciamo scalette: guardiamo partita dopo partita”.