Cade il fortino lombardo, Livorno batte Varese due a zero!

Clamoroso a Masnago. Il Varese crolla in casa dopo oltre tre anni di imbattibilità casalinga: l’ultima volta che accadde era stato l’Olbia a espugnare il Franco Ossola, il 7 settembre 2008, e la serie annovera ben 55 partite da imbattuti. Il Livorno è riuscito nell’impresa, portando via da Masnago i tre punti in una partita indiavolata. Già prima dell’intervallo viene cacciato Dossena, il vice di Benny Carbone. Si va a riposo sullo zero a zero, con il bosniaco Nadarevic in grande spolvero. Nel secondo tempo dominano i labronici, e il gol arriva al 51′ con lo splendido mancino di Andrea Luci. Uno a zero che spezza le gambe ai padroni di casa, che soccombono dopo il raddoppio firmato Dionisi al 70′. Il nervosismo serpeggia nell’area e Carrozza, entrato al posto di Damonte, scalcia un avversario e finisce sotto la doccia in anticipo. Giornata nera per i tifosi biancorossi, che lasciano lo stadio anzitempo. Lascia la panchina anzitempo invece Novellino, anch’egli espulso a cinque dalla fine. Il Livorno trionfa, il Varese è in crisi, oltre che ancora a zero gol siglati.