Bologna-Juventus, Allegri: “In attacco tutti i titolari. Voglio restare, ma tra 5 anni ho un progetto diverso”

BOLOGNA-JUVENTUS, ALLEGRI – Ultima giornata di campionato che sarà aperta dagli anticipi del sabato, tutti in programma alle 18.00: uno dei due match sarà quello tra il Bologna e i freschi campioni d’Italia della Juventus, che stanno preparando anche la finale di Champions League contro il Real Madrid in programma il prossimo 3 giugno.

A presentare la sfida contro i rossoblu c’è il tecnico della Juventus, Massimiliano Allegri, che ha voglia di vincere anche l’ultimo match per chiudere in bellezza un campionato da record, che ha regalato il sesto scudetto consecutivo ai bianconeri:

“Vogliamo chiudere al meglio questo campionato, vincendo. Poi ci preparemo in vista della finale”.

La voglia di vincere è sottolineata anche dalla formazione che il tecnico toscano ha deciso di schierare per domani. In campo tutti i titolari in attacco, mentre ci sarà turnover negli altri reparti con una piccola chance in porta anche per il giovanissimo Audero:

“Khedira e Asamoah giocano, Chiellini no. Chance per Audero in porta. In attacco tutti i titolari, Mandzukic, Dybala, Higuain e Cuadrado non riposano”.

Tiene ancora banco il futuro di Allegri sulla panchina bianconera, con la dirigenza torinese che ha più volte dichiarato di non voler perdere il proprio allenatore. Anche il toscano sembra intenzionato a restare sulla panchina della Juventus, ma non nasconde che dopo la finale di Champions League, ci sarà un incontro tra le parti per discutere di un eventuale rinnovo:

“Per ora non ci siamo incontrati, non lo faremo prima della finale. Ho un contratto fino al 2018, l’ho ripetuto mille volte. Io voglio rimanere ma dobbiamo vederci. L’esito di Cardiff non cambierà la mia decisione”.

Rinnovo che però non dovrebbe superare i 5 anni. Allegri ha un progetto diverso per il suo futuro, ben definito, ma ancora segreto:

“Dove mi vedo tra cinque anni? Ho un’idea chiara in mente, ma non la dico perchè altrimenti succede un pandemonio. Ma credo sarà un percorso diverso rispetto a quello attuale”.

Chiusura su Totti e il suo addio alla Roma in programma domenica con l’ultima partita in giallorosso del capitano romanista:

“Bisogna ringraziarlo per quanto ha fatto in tutti questi anni. E’ un momento particolare per lui e per tutta la Roma, Francesco è e rimarrà un pezzo della storia. In bocca al lupo per quanto deciderà riguardo il suo futuro”.