Juventus-Spal, le probabili formazioni: Pjanic recuperato, davanti Ronaldo e Mandzukic

Juventus Bond
Twitter @DeAndreJuventus

Benatia

Domani alle 18 andrà in scena all’Allianz Stadium il match valevole per la tredicesima giornata di campionato.

Allegri e il futuro —> la risposta del tecnico bianconero

La Juventus cerca altri record, ossia l’ennesima imbattibilità. Sarebbe infatti un altro record rimanere in vetta alla classifica ancora da imbattuti dopo 13 giornate e, con tutto il rispetto per la squadra di Semplici, i bianconeri sono impegnati in una missione non tanto complicata.

Ronaldo fuori dai finalisti del Pallone d’Oro —-> giusto non assegnarlo al portoghese?

Prove di formazione di Allegri

Il tecnico bianconero, che parlerà alle 12 in conferenza stampa, chiarirà i dubbi di formazione. Quel che è certa sarà la presenza di Pjanic, recuperato dall’affaticamento subito con la Bosnia. Solita mediana dunque, completata da Bentancur e Matuidi. Il probabile riposo di Dybala, stanco delle partite con la Nazionale argentina, darà spazio a Mario Mandzukic che accompagnerà il solito Cristiano Ronaldo all’ennesima presenza con la maglia bianconera e ad uno tra Douglas Costa e Cuadrado. Per quanto riguarda la fase difensiva, Allegri farà rifiatare Alex Sandro e proporrà De Sciglio, il terzino ex Milan è in cerca di riscatto e vuole convincere il popolo bianconero di essere adatto al ruolo in prima squadra. La difesa? Bonucci o Chiellini daranno spazio a Benatia, voglioso di tornare in campo al meglio per riuscire ad aiutare Szczesny a mantenere la porta inviolata.

SPAL – Fares e Vicari sono in dubbio per la partita di Torino. Djourou e Valoti sono tornati in gruppo, ma solo il primo dovrebbe essere titolare, mentre per il secondo rimane ancora qualche perprlessità. Semplici ritrova Kurtic nel suo centrocampo: resta fuori Kurtic.

Pjanic in gruppo —-> il ritorno del bosniaco dopo lo spavento in Nazionale

Gara importantissima insomma per Allegri che non vuole sbagliare e cercherà di centrare la vittoria numero 12 contro una Spal che non vince da più di un mese, dopo la vittoria esterna dell’Olimpico contro la Roma di Di Francesco. Toccherà a Semplici ora cercarsi di difendersi dagli attacchi imperterriti della Juventus di Crisitiano Ronaldo e compagni.