Milan, Galliani non dimentica: che frecciata alla Juventus

Milan Galliani Juventus
Adriano Galliani (Getty Images)

L’ex amministratore delegato del Milan Galliani è tornato sulla polemica sfida con la Juventus del 2012 per il gol annullato a Muntari

Galliani, il Milan, la Juventus, storia di intrecci tra corsi e ricorsi. Quella tra Adriano Galliani e il Milan è la storia lunga di un’epopea, terminata però in un modo che all’attuale amministratore delegato del Monza ancora non scende giù.

Perché il gol non convalidato a Muntari nell’ormai famoso MilanJuventus del 2012 avrebbe potuto cambiare l’epilogo del campionato di quell’anno. E a giudicare dalle parole di Galliani pure quello delle stagioni successive: “Avremmo potuto essere ancora il Milan, questo non è avvenuto perché il gol regolarissimo di Muntari è stato annullato”.

LEGGI ANCHE >>> Milan, è il miglior Ibrahimovic da 4 anni. Paura per l’infortunio

Milan Galliani Juventus
Muntari nel match di febbraio 2012 tra il Milan e la Juventus (Getty Images)

La storia del Milan per Galliani sarebbe cambiata con il gol di Muntari alla Juventus

Una rete che avrebbe avvicinato il Milan allo scudetto ma che in realtà ha aperto la strada alla Juventus verso il ciclo di vittorie ancora in corso. Queste le recriminazioni di Galliani a tal proposito: “Se avessimo vinto quella partita avremmo vinto il secondo scudetto con Allegri e ci saremmo tenuti il Milan. In realtà non andò così e dunque nella stagione successiva siamo stati costretti a cedere campioni del calibro di Ibrahimovic e Thiago Silva, calciatori ancora oggi in attività. In più, avrei concluso l’operazione Tevez”.

L’inizio della fine del capitolo Berlusconi in rossonero, dunque. Un errore però è stato commesso indipendentemente dai risultati. “Abbiamo lasciato andar via Andrea Pirlo troppo presto”, ha detto ancora Galliani.

L’amministratore delegato del Monza, che ha sottolineato come il campionato in corso sia pesantemente condizionato dall’emergenza Covid (“vince chi ha meno positivi in squadra, ogni settimana assistiamo a dei veri bollettini di guerra”), ha poi promosso Pirlo nella sua nuova veste: “Conosce bene il calcio e si applica tanto, non fallirà”. Parola di Galliani.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Milan, ansia Ibrahimovic: infortunio muscolare, i tempi di recupero

Napoli-Milan, gomitata Ibrahimovic: il VAR dice no, ma cos’è successo?