Serie A, la top 11 della giornata 36: il ritorno di Cristiano Ronaldo

Cristiano Ronaldo vince un duello contro il Sassuolo
Cristiano Ronaldo (Getty Images)

Dalla prima alla sesta hanno vinto tutte nell’ultimo turno di serie A, dall’Inter inarrestabile alla Juve di Cristiano Ronaldo e i suoi 100 gol.

Cr7 ha segnato il gol del momentaneo 2-0 e ispirato il contropiede che porta alla rete di Dybala. La curiosità è che entrambi hanno raggiunto quota 100 reti in maglia bianconera, ma Ronaldo ci è riuscito in sole tre stagioni.

È tutta d’alta classifica la nostra top 11, la Juventus, il Milan e l’Atalanta esprimono tre rappresentanti, completano poi la formazione Hakimi dell’Inter, autore dell’ennesimo assist a Lukaku, e Fabian Ruiz del Napoli, che ha realizzato un gol meraviglioso ed è stato protagonista di una splendida prestazione.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Buffon esulta con Danilo e Bentancur
Gianluigi Buffon (Getty Images)

Da Buffon a Theo Hernandez, la difesa di SerieANews

A 43 anni Gianluigi Buffon è ancora determinante, nelle undici partite con lui in campo la Juventus ne ha vinte dieci e pareggiata una.

Contro il Sassuolo Buffon ha tenuto i bianconeri in piedi, parando il rigore a Berardi e sventando anche altre opportunità della squadra di De Zerbi.

Sette gol e dieci assist, il patrimonio offerto all’Inter da Achraf Hakimi è stato determinante per la vittoria dello scudetto. Hakimi continua ad incidere, mercoledì ha servito l’ennesimo assist a Lukaku. Gli sono bastati 31 minuti di gioco per mettere il suo zampino nella vittoria contro la Roma.

LEGGI ANCHE >>> Hakimi, l’agente: “Felice all’Inter, ha un contratto lungo” | ANews

L’Atalanta è una macchina da guerra ma, per sostenere la fase offensiva, c’è bisogno d’organizzazione e qualità anche nel reparto difensivo. È il caso di Romero, protagonista di un’altra ottima prestazione, rivelandosi determinante anche nell’unica occasione da gol avuta dal Benevento con Barba.

La Juventus ha vinto ma soprattutto nel primo tempo è stata per vari frangenti in balia del gioco del Sassuolo. In quei frangenti il baluardo della difesa è stato De Ligt, che ha coperto tante falle nella fase di non possesso dei bianconeri.

Il Milan a Torino ha conquistato il campo, costruendo una strategia tattica che valorizza Theo Hernandez. I rossoneri costruiscono a tre e sganciano l’ex Real Madrid che ha realizzato una doppietta. Il suo bottino stagionale è di otto gol e sette assist.

Fabian Ruiz esulta
Fabian Ruiz (Getty Images)

Fabian Ruiz-Kessie, la coppia da 4-2-3-1 di SerieANews

Il Napoli e il Milan adottano lo stesso sistema di gioco, il 4-2-3-1, con caratteristiche diverse ma entrambe le squadre esprimono una mediana fatta di qualità e dinamismo.

Kessie è l’anima del Milan, l’uomo-campionato, il baluardo a cui si è aggrappata la formazione di Pioli. Domenica il centrocampista ivoriano ha segnato il rigore, riscattando l’errore contro la Juventus.

LEGGI ANCHE >>> Milan, il centrocampista del futuro gioca in Belgio: Maldini in allerta

Oltre il tiro dal dischetto, Kessie come sempre ha “arato il campo” trascinando il Milan nelle due fasi di gioco.

Fabian Ruiz contro l’Udinese è stato dominante, ha toccato 124 palloni, diretto i ritmi del gioco e segnato un gol meraviglioso con un tiro a giro di sinistro che si è insaccato sotto l’incrocio dei pali.

Rebic supera Singo in Torino-Milan
Ante Rebic (Getty Images)

Da Muriel a Cristiano Ronaldo, fuochi d’artificio nell’attacco di SerieANews

C’è tanta esplosività nell’attacco di SerieANews, partiamo da Luis Muriel che ha disegnato ancora calcio contro il Benevento, realizzando numeri d’alta scuola. Il colombiano non si ferma più, è a quota 22 gol in campionato e 26 stagionali.

Contro il Benevento Muriel ha sbloccato il risultato valorizzando lo storico asse con Malinovskyi, autore dell’assist per l’attaccante colombiano.

Malinovskyi tra le linee è la rivelazione della seconda parte della stagione dell’Atalanta, negli ultimi due mesi ha realizzato cinque gol e otto assist. Da settembre a marzo, aveva realizzato solo tre reti e tre assist.

LEGGI ANCHE >>> I tre motivi per cui Cristiano Ronaldo resterà alla Juventus 

Rebic a Torino ha segnato quattro gol in tre giorni, contro i granata ha realizzato una tripletta in dodici minuti.

Dopo tanti turni deludenti, c’è il ritorno di Cristiano Ronaldo che ha trascinato la Juventus sul campo del Sassuolo. Gli episodi hanno portato i bianconeri a poter giocare in campo aperto e Cr7 ha segnato un gol e ispirato il contropiede per la rete di Dybala.