Milan e Napoli, voglia di tre punti. Sampdoria ed Udinese sono avvisate. Chievo e Catania ad un passo dalla salvezza.

di Franco Avanzini

Giornata pro Milan? Se si guarda gli avversari dei rossoneri, la Sampdoria, sembrerebbe di si. Però attenzione, lo stesso Allegri, tecnico della capolista, ha messo in guardia i suoi dai facili entusiasmi. I blucerchiati non possono permettersi passi falsi ulteriori, pena la serie B. Così l’assenza di Ibrahimovic peserà non poco visto che i genovesi giocheranno tutti rintanati dietro e far saltare il fortino della squadra di Cavasin non sarà facile. Robinho e Pato saranno i due punteri rossoneri con Cassano, neo papà, pronto a subentrare nella ripresa. Genovesi che proveranno a fare il colpaccio con il duo Pozzi-Maccarone in attacco.

In casa giocherà pure il Napoli il cui impegno però sarà non certo agevole. Al San Paolo infatti arriva l’Udinese, sorpresa della stagione, anche se da due turni non riesce più a carburare in fatto di risultati. Tra l’altro a Napoli i friulani rischiano di non avere Di Natale dopo l’infortunio della settimana scorsa. Formazione rimaneggiata per Guidolin che deve fare a meno pure di Sanchez. In attacco il duo Corradi-Denis sarà una novità. Napoli che vedrà il rientro di Cavani pronto a tornare solitario in vetta della classifica dei cannonieri. Partenopei che già sapranno il risultato della contendente diretta al titolo finale visto che i rossoneri scenderanno in campo sabato sera mentre i celesti giocheranno domenica alle ore 20.45.

Stesso orario del sabato per l’Inter che a Parma sputerà le ultime risorse per cercare di rientrare in lizza per lo scudetto. Dopo l’eliminazione in Champions, la posizione di Leonardo è sempre più complicata. Il tecnico brasiliano per ora pensa solamente a finire la stagione. Emiliani che sono in lotta salvezza e che non possono sbagliare. Ma l’Inter, con Eto’o e Pazzini, sono feriti dopo la gara in Germania e vorranno prontamente rifarsi.

La prima gara della quattordicesima giornata sarà Roma-Palermo. La firma dei nuovi acquirenti è arrivata dopo l’ultima seduta negli Stati Uniti ed ora i giallorossi potranno finalmente contare su un futuro più roseo. Montella ed i giocatori sono curiosi di capire cosa cambierà nel loro futuro. Un fatto è certo, Totti continuerà ad essere una bandiera, oramai intramontabile, della squadra della Capitale. Contro il Palermo di Delio Rossi ci sarà la risposta dei giocatori in campo e del pubblico sugli spalti. Taddei e Loria sembrano avvantaggiati nei confronti del contestato Menez e di Rosi mentre sarà un Palermo d’attacco per cercare di recuperare posizioni utili per l’Euro League. Giocheranno infatti Pastore, Hernandez e Miccoli tutti assieme.

Un match dal sapore antico e dai contorni molto interessanti è Fiorentina-Juventus. Tre successi consecutivi hanno riportato a galla i bianconeri che ora non vogliono fermarsi. Ma a Firenze, come al solito, non sarà facile per una squadra non propriamente ben vista in terra di Toscana. Pepe in grande forma verrà nuovamente sistemato in avanti al fianco di Matri con Del Piero che tornerà ma solo in panchina. Mutu al rientro nei viola in coppia con Gilardino per fermare l’avanzata bianconera.

Tutte le altre sfide riguardano la bassa graduatoria. Si va da un Cesena-Bari con l’1 fisso che potrebbe però variare per l’imprevedibilità dei pugliesi, per un Genoa-Brescia coi lombardi che chiedono solo un punto ai rossoblu i cui tifosi hanno chiesto di mandare in B la Sampdoria regalando punti a destra ed a manca alle avversarie dirette dei blucerchiati. Il momento positivo del Lecce potrebbe proseguire al via del Mare contro un Cagliari già in vacanza mentre c’è aria di segno ics per Chievo e Catania rispettivamente contro Bologna e Lazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *