Un punto per uno ed alla fine gode solo l’Inter. Il secondo posto è suo. Ad Eto’o risponde Zuniga.

di Franco Avanzini

Lo avevano previsto un po’ tutti. Dicevano… ‘finirà in pareggio’ e così è stato. 1 a 1 il risultato finale e tutti a casa con l’Inter che chiude, con una giornata di anticipo al secondo posto ed il Napoli che comunque sale sul podio. Zuniga affianca in attacco Hamsik e Lavezzi. E’ lui il sostituto dello squalificato Cavani. Ospiti invece che rivedono dal primo minuto Diego Milito accanto ad Eto’o con Pazzini che va a sedersi in panchina. Sulla fascia confermato Nagatomo. Lavezzi impegna subito Julio Cesar con un tiro da fuori area. Gara equilibrata che si spezza al 15’ quando Milito serve Eto’o sulla cui conclusione rasoterra De Sanctis nulla può. Vantaggio nerazzurro sulla prima vera opportunità ospite. La replica napoletana si concretizza con un tiro da fuori di Gargano di poco fuori della porta interista. Il centrocampista ci riprova poco dopo ma in questo caso la palla esce di molto dalla porta di Julio Cesar. Al 28’ Dossena lancia Lavezzi che spara verso la porta avversaria ma il numero uno ospite blocca la conclusione. Il Napoli ci prova ma non riesce a pungere molto. Pesa l’assenza di Cavani nell’attacco di Mazzarri. Anche i difensori avanzano e Campagnaro impegna con una rasoiata Julio Cesar. E’ un momento positivo per i partenopei con il portiere interista impegnato pure da Zuniga. Al 35’ invece la mira di Hamsik non è precisa e la sfera finisce a fondo campo. Sei minuti dopo Milito riceve palla da Eto’o e chiama De Sanctis alla deviazione coi pugni. Quindi Maicon è sfortunato quando con una bella conclusione colpisce il palo alla destra del portiere partenopeo. Inter vicino al raddoppio. Così, come spesso avviene nel calcio, dal possibile 0 a 2 si passa al pareggio. Assist di Maggio per Zuniga che, sotto porta, non da scampo a Julio Cesar. Autore del gol che viene anche ammonito per troppa esultanza. Ed il primo tempo si chiude sull’1 a 1. Anche l’inizio di secondo tempo è equilibrato tanto che ad un tiro di Milito, fa seguito una conclusione di Hamsik. In entrambi i casi sono bravi gli opposti portieri a parare. Gara che si è velocizzata con le due squadre che cercano la vittoria. All’11’ Zuniga spara da fuori area ma la palla finisce sul fondo. Cinque minuti dopo entra Pazzini ed esce Eto’o, è il primo cambio della gara. La gara si placa un po’ ed allora Mazzari decide di dar peso al centrocampo inserendo Yebda al posto del goleador Zuniga. Kharja cede palla a Maicon che conclude bene ma la sfera viene respinta dalla difesa napoletana. Leonardo allora effettua due cambi in un paio di minuti facendo entrare Mariga e Samuel togliendo Cambiasso e Ranocchia. La risposta napoletana arriva con il cambio Sosa-Hamsik. Al 35’ Dossena crossa, ci arriva Yebda di testa ma Julio Cesar è bravo a bloccare la sfera. Proseguono i cambi e tre minuti dopo è la volta di Vitale prendere il posto di Dossena. Di emozioni non ne arrivano più e le due squadre finiscono per accontentarsi del pareggio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *