Milan, si riparte. Montella: “Vogliamo la Champions. Incuriosito da Calhanoglu”

MILAN, SI RIPARTE. MONTELLA – Comincia ufficialmente oggi la nuova stagione del Milan: i rossoneri anticipano il ritiro per prepararsi al meglio in vista del preliminare di Europa League in programma a fine mese.

Il ritorno dalle vacanze è anche il momento per tracciare un primo bilancio di questo inizio mercato, ma anche l’occasione giusta per far chiarezza sugli obiettivi prefissati in vista della nuova stagione. A prendere la parola è ovviamente il tecnico rossonero, Vincenzo Montella, nella conferenza stampa di apertura:

“Sono pieno d’entusiasmo. Sono arrivati tanti giocatori nuovi da campionati diversi quindi mi aspetta tanto lavoro. Credo che la squadra sia da completare e debbano essere prese decisioni importanti in uscita. Il nostro obiettivo è arrivare in Champions League, per farlo dobbiamo superare almeno due squadre tra Roma, Napoli, Lazio e Atalanta e c’è una diretta concorrente come l’Inter. La Juventus? Credo abbia ancora qualcosa in più. Vedo tanto entusiasmo, ma non voglio che questo sfoci in presunzione”.

Dunque il Milan vuole tornare a giocare la competizione più importante in Europa, e il mercato ha confermato questa voglia. Montella commenta i tanti colpi in entrata visti fino ad ora:

“La società ha rispettato le indicazioni. Ogni acquisto è stato condiviso. Alcuni di loro sono da completare e fare crescere. Si è pensato al presente e al futuro. Ora dobbiamo diventare squadra, anche se non abbiamo tempo.”

Mercato che non modificherà le idee tattiche di Montella, che a proposito di nuovi arrivi, commenta anche le parole di Kalinic, che si è dichiarato apertamente al Milan:

“Il modello di riferimento come modulo è quello dell’anno scorso, ci potrebbe essere una variante che non stravolga i principi di gioco. Il giocatore che mi piacerà più allenare? Forse Bonaventura, l’ho allenato poco… Due punte con Kalinic? Mi ha fatto piacere che si sia esposto pubblicamente, una grande squadra deve avere giocatori importanti anche in panchina”.

Molti gli arrivi dall’estero in questo mercato, ma uno su tutti intriga il tecnico napoletano. Calhanoglu è l’oggetto del mistero per Montella:

“Lo conoscevo già da tempo, mi intriga. Ha giocato esterno, trequartista e interno. Ha grande talento, ora bisogna capire quanto e come si integrerà in Italia”.