Lazio, caso Anna Frank: ora rischia anche Lotito

Lazio, caso Anna Frank LAZIO, CASO ANNA FRANK: ORA RISCHIA ANCHE LOTITO – Dopo le parole offensive di Claudio Lotito nei confronti della comunità ebraica: “Non valgono un ca… , famo ‘sta sceneggiata“, il presidente della Lazio rischia grosso. Nella giornata di ieri Il Messaggero ha pubblicato l’audio che sembra confermare quanto fatto uscire da alcuni passeggeri dell’aereo Milano-Roma su cui viaggiava Lotito. Il procuratore federale Giuseppe Pecoraro ha inserito nel registro degli indagati anche lo stesso patròn.

ECCO COSA RISCHIA LOTITO

La giustizia potrebbe considerare le parole del presidente biancoceceleste come “comportamento discriminatorio”. Queste si andrebbe ad aggiungere alla colpa del club di aver permesso agli abbonati della curva Nord di acquistare un altro biglietto valido per la stessa partita. Se fosse così, Lotito rischia una squalifica non inferiore a 4 mesi. Nel frattempo, come riporta La Repubblica, la comunità ebraica, nella giornata di ieri, ha gettato nel Tevere la corona di fiori precedentemente consegnata da Lotito. Dopo aver sentito le sue parole sulla ‘sceneggiata’, il muro della nostra sinagoga che ospita la lapide dei deportati andava ripulito dalla corona. Quel muro è sacro e non può essere vilipeso” – dichiara un ragazzo della stessa comunità ebraica. Secondo La Gazzetta dello Sport, la Lazio ora potrebbe giocare qualche partita a porte chiuse.

ECCO COSA RISCHIA LA LAZIO

I 16 tifosi biancocelesti identificati rischiano, invece, una denuncia per istigazione all’odio razziale e un daspo dai 5 agli 8 anni.