Roma, senti Totti: “Questo calcio è solo business. Allenatore? Per ora no…”

roma, senti tottiROMA, SENTI TOTTI- Ospite alla Dubai International Sports Conference, Francesco Totti ha rilasciato alcune dichiarazioni sul suo recente addio al calcio, sul suo prossimo futuro e sul calcio di oggi. Tiratine d’orecchie per gli interpreti del nuovo calcio. Troppo legame con i soldi, poco spazio alla vera passione e all’amore per un’unica maglia.

ROMA SENTI TOTTI: “IL CALCIO DI OGGI E’ SOLO BUSINESS…”

Parole forti, ma allo stesso tempo veritiere. Francesco Totti ha così commentato: “Per me gli aspetti più romantici restano la fedeltà e l’appartenenza, non la parte commerciale, certe cifre del mercato sono fuori dalla realtà. Rispetto ai miei tempi il calcio è abbastanza cambiato e io preferivo quello di prima. Ora si pensa più al business, prima c’erano più valori, più giocatori provenienti dal settore giovanile, si pensava di più a far crescere questi ragazzi. Adesso invece si pensa più allo straniero, c’è un tipo di merchandising diverso. Il migliore al mondo? Per me è Messi, ma non ditelo a Cristiano Ronaldo e Neymar”.

infine alcune considerazioni sul suo futuro: “Fino allo scorso anno pensavo solamente a giocare, adesso è normale avere altre priorità come investire e promuovere Roma in tutto il mondo . In questo momento non sto pensando di fare l’allenatore, quando pensi di farlo ti scatta qualcosa nella testa e a me ancora non è scattato. Quasi tutti i miei ex colleghi appena finita la carriera da giocatore hanno subito intrapreso quella da allenatore, era già un pensiero che avevano in testa. Io penso a fare altro adesso, poi se un domani dovesse scattarmi questa cosa ci penserò profondamente”.