Ufficiale, Paratici saluta: l’annuncio della Juventus

Paratici pronto all'intervista
Paratici (Getty Images)

Fabio Paratici saluta la Juventus: non sarà più lui il direttore sportivo, arriva l’annuncio ufficiale del club bianconero

Fabio Paratici saluta la Juventus: l’annuncio ufficiale della Juventus è arrivato pochi minuti fa. La notizia, che era nell’aria, ora è diventata certa. “Dopo undici stagioni di lavoro intenso, di vittorie e di grande passione sul campo e dietro alla scrivania, Fabio Paratici, managing director Football Area della Juventus, lascerà il club. Il suo contratto, in scadenza il 30 giugno 2021, non sarà rinnovato”. Comincia così il lungo comunicato col quale la Juventus vuole salutare il suo storico dirigente.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Paratici Nedved e Agnelli
Paratici Nedved e Agnelli (Getty Images)

Juventus, saluta Paratici: è ufficiale

Paratici, braccio destro di Marotta, era stato promosso a direttore sportivo dopo l’addio dell’attuale amministratore delegato della Juventus. Sul sito della società bianconera, ha così commentato il suo percorso: “Sono stati anni bellissimi, di crescita professionale e di forti emozioni. La Juventus mi ha concesso l’opportunità di svolgere la mia attività in piena libertà e senza condizionamenti nel pieno rispetto del mio ruolo. Per questo desidero ringraziare tutto il club, il mio staff, i dipendenti, i collaboratori, i calciatori, gli allenatori, gli azionisti, e, in particolare, il Presidente, Andrea Agnelli. Si chiude un capitolo importante della mia carriera, in attesa di nuove sfide”.

La Juve, annunciando per il prossimo 4 giugno una conferenza di addio, lo ha così salutato, con le parole del presidente Andrea Agnelli: “Fabio ha scritto in questi anni la storia della Juventus. Un percorso di crescita caratterizzato da professionalità, abnegazione e tanti successi. Diciannove trofei in 11 anni sono la miglior testimonianza del suo lavoro, che si iscrive appieno nella lunga tradizione del nostro club. Oggi è il momento di ringraziarlo per aver saputo creare un forte legame professionale, accompagnato dalla passione quotidiana”.