Disastro Inter. La Fiorentina chiude sul 4 a 1

Una stellare Fiorentina strapazza l’Inter battendola 4 a 1. Non c’è stata partita. Troppo forte la squadra viola rispetto ai nerazzurri che, dopo l’exploit dello Juventus Stadium, in trasferta, non hanno più vinto, ottenendo solo un punto nelle ultime sei gare lontane da Milano. Jovetic e Ljajic hanno preso per mano la squadra toscana trascinandola ad un successo memorabile che, contro i nerazzurri, non giungeva da parecchi anni. Ora Stramaccioni potrebbe anche vacillare sfumata la possibilità di agganciare, in solitaria, la terza posizione. Torna in corsa invece la compagine di Montella per la lotta Champions League.

Tomovic scelto da Montella per la fascia destra difensiva, torna Aquilani mentre in attacco gioca il duo Ljajic-Toni. Nerazzurri con la difesa a quattro e il ritorno di Guarin dietro a Cassano e Palacio. Partenza positiva della Viola con Jovetic che va subito ad impensierire Handanovic che ribatte a terra. Ritmo molto alto con l’Inter che prova subito a ripartire. Al 13′ la squadra di casa passa in vantaggio. Discesa sulla fascia di Pasqual che crossa, Jovetic sporca la sfera leggermente per Ljajic che si testa spiazza Handanovic, 1 a 0. Cerca subito di reagire l’Inter con una punizione ed un angolo infruttuosi. Ma pericolosissima è la Fiorentina con Ljajic che crossa per Jovetic, grande colpo dell’attaccante viola che trova però un grande portiere nerazzurro bravo nella deviazione. Sicuramente gioca meglio la squadra di casa, Inter un pochino presa d’infilata. Ammonito Pasqual per gioco scorretto. Al 28′ la prima vera conclusione interista con un tiro di Kuzmanovic dalla media distanza, palla che sfiora la traversa. Subito cerca di replicare la compagine di casa con il ‘solito’ Ljajic ma questa volta il tiro è debole e Handanovic può bloccare la sfera a terra. Al 33′ la Fiorentina recupera palla che viene presa da Jovetic, bordata con il destro e palla nel ‘sette’ alla destra di un fermo portiere interista, 2 a 0. Insiste la squadra di casa e Borja Valero, prima e Aquilani dopo trovano ancora pronto l’estremo difensore ospite. Ammonito quindi Pizarro per gioco scorretto.  Ancora Borja Valero calcia dal limite, Handanovic devia coi pugni. Davvero un primo tempo super della Fiorentina, Inter sinora praticamente non pervenuta.

Stramaccioni inserisce ad inizio ripresa Ricky Alvarez al posto di un Kovacic che non è apparso molto integrato nella squadra milanese. Alla prima azione viene ammonito Ranocchia per gioco scorretto. Nerazzurri che sono passati al 4-3-3. Guarin cerca la porta dalla distanza, c’è una deviazione di un difensore, la sfera si impenna e Viviano blocca. Al 10′ però la partita prende la svolta decisiva con la terza rete dei padroni di casa. Respinta corta della difesa con Aquilani che si inventa un tacco per Jovetic che batte ancora il portiere ospite, 3 a 0. Altro cambio ospite con Guarin (poco prima ammonito per proteste) che lascia il campo a Pereira.  Altro giallo interista, questa volta per Juan Jesus per gioco corretto. I toscani si divertono ed al 20′ allungano ancora con Ljajic dopo uno bello scambio con Borja Valero, palla nell’angolino basso e 4 a 0. Sanzionato con il giallo quindi Pereira per gioco falloso. Montella inserisce quindi Sissoko per Pizarro. Arriva ancora un’ammonizione, questa volta per Savic per gioco scorretto. Altre sostituzione viola con l’applauditissimo Jovetic che lascia il cambio a favore di El Hamdaoui mentre gli ospiti tolgono Palacio per inserire Schelotto ed ancora Llama prende il posto di Cuadrado. Al 42′ Cassano dalla distanza trova il gol che serve all’Inter per rendere meno amara la battuta d’arresto.  La replica viola è affidata a Ljajic che batte una punizione mandando la palla di poco a fondo campo. E’ l’ultima occasione di una partita che la Fiorentina ha dominato vincendola meritatamente.