Real Madrid, Modric scettico sulla VAR: “Questo non è calcio, genera confusione”

Real Madrid, tegola ModricREAL MADRID, MODRIC SCETTICO SULLA VAR – Durante il Mondiale per Club, che si sta disputando in questi giorni in Giappone è stata sperimentata la ormai famigerata VAR, ovvero la Video Assistant Referee. Non sono state poche le polemiche per l’utilizzo di questa nuova tecnologia: già durante la prima semifinale del torneo è stato assegnato un calcio di rigore grazie alla VAR e oggi invece è stato prima annullato e poi confermato un gol di Cristiano Ronaldo.

Già nella partita amichevole di settembre tra Italia e Francia vi era stata la prima sperimentazione, ma non vi furono casi da moviola particolari. Invece due giorni fa la VAR è stata decisiva per l’assegnazione di un rigore nella semifinale tra Atletico National e Kashima Antlers, per il contatto tra Berrio e Nishi. L’arbitro Kassai è stato informato , ha visto le immagini e ha poi concesso il rigore. Il fallo c’era, ma i colombiani hanno evidenziato che vi era un fuorigioco di partenza. La situazione ha generato dunque un bel pò di polemiche, anche se bisogna ammettere che la tecnologia nel calcio è solo ai nastri di partenza.

Oggi altro episodio dubbio, con in campo il Real Madrid: Ronaldo si vede prima annullare e poi confermare il gol segnato nel recupero, dopo che l’arbitro ha potuto visionare le immagini alla tv. Situazione che ha generato la reazione polemica di Luka Modric a fine gara: “L’arbitraggio video non mi piace. Non è calcio. Spero che questa sperimentazione non continui”, queste la parole riportate da La Gazzetta dello Sport. A queste si aggiungono anche le dichiarazioni del tecnico del Real, Zinedine Zidane: “La Var ha fatto confusione, tutto dovrebbe essere un po’ più chiaro. La tecnologia deve migliorare e per questo la stanno usando”.