Sampdoria-Juventus, Allegri: “Barça? Ce la giocheremo. Ballottaggio Bonucci-Rugani”

SAMPDORIA-JUVENTUS, ALLEGRI – Unica superstite in Europa, la Juventus si rituffa in campionato per tenere a distanza le inseguitrici, Roma e Napoli: i bianconeri domani faranno visita alla Sampdoria, nella ventinovesima giornata di Serie A.

Il tecnico dei bianconeri, Massimiliano Allegri, ha presentato la sfida in conferenza stampa, ma come inevitabile si è partiti subito dalla notizia della settimana. La Juventus affronterà il Barcellona nei quarti di Champions League: una sfida complicatissima per la squadra torinese, che però secondo il tecnico toscano può essere affrontata con grande positività.

Ecco le sue parole:

“Sarà una grande sfida, mancano ancora 15 giorni e parlare ora del Barcellona non ha senso. Ce la giocheremo, ma ci sono quattro gare prima. Giocare contro i blaugrana dà più stimoli, ma contro la Sampdoria sarà difficile, non perdono da 7 turni”.

Gli 8 punti di vantaggio sulla Roma però non tranquillizzano Allegri che chiede massima concentrazione ai suoi giocatori per la sfida di domani, per la quale l’allenatore livornese ha ancora qualche dubbio di formazione. Ballottaggio Rugani-Bonucci per un posto in difesa:

“Contro la Sampdoria c’è una grande percentuale del campionato, non è che siamo sicuri del primo posto, Roma e Napoli ci possono ancora superare. Non mi fido, possono ancora vincerle tutte. Chiellini? Non torna dal 1′, non sta ancora bene. Cercheremo di recuperarlo per le prossime partite. Devo valutare se far giocare Bonucci o Rugani”.

Essere tra le prime otto d’Europa era l’obiettivo della Juventus a inizio stagione, ma Allegri ribadisce che in casa bianconera puntare sempre più un alto è un obbligo:

“La normalità per la Juventus è giocare un quarto o una semifinale di Champions. Per noi l’obiettivo europeo rimane quello, essere sempre tra le migliori otto. Poi si può arrivare in semifinale, in finale, uscire ai quarti ma almeno ci siamo. Di certo il nostro obiettivo numero uno è il campionato, perché vincerne sei di fila è quasi impossibile”.

Momento di blocco per Higuain, a secco in campionato da molto:

“Non è stanco, non segna da qualche partita, ma è in buona condizione. Può capitare”

Parole dolci anche per Marchisio, un po’ in ombra in questa stagione per via dell’infortunio, ma che Allegri considera fondamentale:

Marchisio è uscito bene dalla gara di martedì. Sta migliorando ed è a disposizione. Al più presto tornerà il vero Claudio”