Premier League, Newcastle e West Ham nel caos: accusa di frode fiscale. Arrestato Ds dei Magpies

PREMIER LEAGUE, NEWCASTLE E WEST HAM NEL CAOS – Momento nerissimo per il calcio inglese: questa mattina i tifosi della Premier League si sono svegliati con la notizia di alcuni arresti effettuati dalla Polizia inglese per alcune accuse di frode fiscale ai danni di alcuni club, tra cui Newcastle e West Ham.

Secondo quanto riportato dai maggiori quotidiani inglesi, la Polizia ha fatto irruzione nelle sedi dei due club, situate presso i due impianti di gioco dei due club, il St. James’ Park per il Newcastle e l’Olympic Stadium per il West Ham, per, come si legge nel comunicato ufficiale, per sequestrare documenti finanziari, computer e telefoni cellulari. Sono stati effettuati anche alcuni arresti, tra cui quello di Lee Charnley, 39 anni, ex segretario e da tre anni direttore sportivo del Newcastle.

Non ci sarebbero però solo Newcastle e West Ham nel mirino della Polizia: l’indagine riguarderebbe ben 43 club inglesi, oltre a 12 calciatori e a 8 procuratori.

Insomma una doccia freddissima per tutto il movimento calcistico d’oltremanica, ma sopratutto per il Newcastle, che proprio meno di 48 ore fa festeggiava la matematica promozione in Premier League dopo un anno di Championship: la squadra di Rafa Benitez, ora nell’occhio del ciclone, però non rischierebbe la massima serie, ma solo una penalizzazione nel prossimo campionato.