Insulti razzisti ad Ibrahimovic: arrivano le scuse

Ibrahimovic insultato a Belgrado
Lukaku e Ibrahimovic (Getty Images)

La Stella Rossa ad Ibrahimovic dopo gli insulti razzisti: “Ci scusiamo nella maniera più sincera con Zlatan per l’episodio spiacevole”

Lunga coda di veleni al match tra Stella Rossa e Milan. Il 2-2 sul campo ha avuto un seguito sui social: non è mancato, infatti, il report delle offese rivolte a Zlatan Ibrahimovic da parte di qualche presente nell’impianto del Marakàna di Belgrado. Secondo anche diverse fonti di stampa, erano oltre un migliaio le persone presenti che hanno scandito cori anche contro il croato Mario Mandzukic. Dopo qualche ora, è arrivato il comunicato del club serbo: “La Stella Rossa condanna nella maniera più ferma le frasi offensive nei riguardi di Zlatan Ibrahimovic. Come società abbiamo fatto di tutto affinchè l’organizzazione dell’incontro fosse al livello di due grandi squadre, e non consentiremo che un singolo primitivo getti una macchia sulla tradizionale ospitalità del nostro Paese e del nostro popolo”.

Tutte le news sulla SERIE A e non solo: CLICCA QUI!

Zlatan Ibrahimovic offeso a Belgrado
Zlatan Ibrahimovic (GettyImages)

Scuse ad Ibrahimovic, il comunicato della Stella Rossa

Non si ferma qui il comunicato della Stella Rossa che aggiunge anche la volontà di andare ad individuare l’autore dell’atto razzista: “La società – si legge – si scusa nella maniera più sincera con Zlatan Ibrahimovic per l’episodio spiacevole”, aggiungendo di aver già provveduto a collaborare con gli organi competenti per individuare e punire il soggetto autore delle offese.

LEGGI ANCHE >>> Real, Zidane sogna: “Mbappé e Haaland come Messi e Ronaldo”

Non è il primo episodio di insulti razziali che colpiscono Zlatan Ibrahimovic: un malvezzo che l’assenza di tifosi sugli spalti causa porte chiuse sembrava poter risparmiare. Invece, nonostante la dolorosa assenza dei sostenitori dagli impianti di gioco causa pandemia, ieri si è registrato questo increscioso episodio. Al momento non si registrano repliche né dal Milan né dallo stesso attaccante svedese: massima concentrazione sul derby.