Il Verona si rifà sotto con super Martinho, Bari espugnata

Una doppietta di Martinho e il posticipo della 28ma di Serie B va al Verona. Allo stadio San Nicola di Bari gli scaligeri battono la squadra di Torrente portandosi a -1 dal Livorno ed alimentando le speranze per il sorpasso. La gara, sin dalle prime battute nervosa, si sblocca al 27′: Sgrigna col tacco smarca Martinho che lascia partire un sinistro che si staglia sotto l’incrocio. L’atmosfera è rovente ed il diesse veronese Sogliano viene mandato via dalla panchina. Rafael si supera su Iunco, poi Cacia si mangia letteralmente il raddoppio servendo di fatto Lamanna. La prima frazione si chiude con il destro a giro di Bellomo che dà l’impressione di entrare ma esce di niente. La ripresa si apre con il gol dell’ex di Antimo Iunco ma è da annullare: gran sinistro al volo dell’attaccante dei galletti che è finito in offside. Lamanna si oppone due volte alle iniziative avversarie, poi Caputo spreca un’occasione per il pari colpendo debolmente il pallone. Al 75′ scintille tra Juanito Gomez e Andrea Rossi: giallo per entrambi, ma il difensore già ammonito va sotto la doccia in anticipo. Al 90′ ancora ottimo Rafael sulla punizione di Bellomo. Nel recupero raddoppio dell’Hellas e partita chiusa: contropiede chiuso dal solito Martinho; l’azione parte da un fallo da rigore nell’area degli ospiti, e nelle proteste che seguono Nicola Bellomo lascia il Bari in nove. Verona cinico e a caccia del Livorno che affronterà tra le mura amiche tra due settimane; Bari terzultimo in piena lotta per non retrocedere.