Il Mimmo cesenate, Matuzalem alla prova tv, Totti fa 201: curiosità dall’11’ di ritorno.

di Franco Avanzini

Mimmo: è l’urlo che si ode dalla panchina del Cesena quando occorre richiamare un giocatore. Italiano? Affatto. Si tratta del francese Malonga che di nome fa Dominique. Un facile correttivo per farsi sentire da un giocatore che ha giocato solo tre gare dall’inizio.

Prova televisiva: dovrebbe esser presa in considerazione per punire Matuzalem che, a metà ripresa, durante la gara anticipo tra Lazio e Cesena, ha colpito un avversario senza esser visto dall’arbitro. Il giocatore, che era già stato ammonito, ha rischiato di lasciare la sua squadra in dieci. Certa una giornata per il numero di ammonizioni raggiunte, probabilmente subirà una giornata in più di squalifica proprio per quel gesto inopportuno.

200 reti: sono in cinque ad aver raggiunto tale quota. L’ultimo è Francesco Totti che ha timbrato il cartellino su rigore contro la Fiorentina poi su azione ha segnato pure il numero 201. La prima rete di un giovanissimo Totti arrivò contro ail Foggia nell’era Mazzone. Il prossimo traguardo, oramai vicinissimo, per il numero 10 giallorosso, sono i 205 gol di Roberto Baggio.

Ammissione: quella di Di Vaio che, tra il primo ed il secondo tempo, dai microfoni di Sky, ha ammesso che sul gol del vantaggio ha toccato la palla anche con braccio prima e mano dopo per evitare l’intervento di Criscito. Bravo il giocatore del Bologna, meno il segnalinee ad accorgersi dell’intervento dell’attaccante ex juventino.

Negativo: lo stato della Sampdoria attuale. Dopo la quarta sconfitta consecutiva interna, record eguagliato del 1979, la formazione blucerchiata sta scendendo sempre più in classifica ed ora la zona B è a soli tre punti. Cavasin ha fatto il bis sulla panchina genovese ancora con una sconfitta. I tifosi della compagine di Garrone non esultano dal 13 febbraio quando la loro squadra vinse 3 a 1 contro il Bologna.

Reti: in casa la Juventus ha uno score invidiabile, al negativo. 23 reti subite, il massimo tra tutte le squadre presenti nel nostro campionato. La truppa di Del Neri per fortuna si salva con le gare in trasferta dove la situazione migliora notevolmente. Ma la squadra che ha fatto peggio, tra fuori ed in casa, è la Roma cui hanno bussato, tra campionato e coppe varie, ben 62 volte. Per Doni, Julio Sergio e Lobont un poco invidiabile record.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *