Italia, Gianluigi Buffon:” Domani bisogna vincere. Futuro? Mi piacerebbe un ruolo da ct”

buffonITALIA, GIANLUIGI BUFFON- Domani sera, nella città di Udine, l’Italia ospiterà il Liechtenstein per il match valevole per le qualificazioni al prossimo mondiale. Dal momento che gli azzurri sono momentaneamente al primo posto insieme alla Spagna, bisognerà vincere con il maggior numero di gol per migliorare la differenza reti. La sfida decisiva contro gli iberici si giocherà il 2 settembre a Madrid. Gianluigi Buffon, portiere della Juventus e della nazionale, ha rilasciato una lunga intervista ai microfoni di Sky Sport. In primis, il 39enne ha parlato dei prossimi avversari dell’Italia: “Voglio concludere la stagione con un bel risultato e senza subire gol. A me non piacciono questi annunci della vigilia perché partire così significa mancare rispetto agli avversari. Dobbiamo fornire un’ottima prestazione e avere un approccio alla gara perfetto: è innegabile che bisogna vincere”

L’estremo difensore bianconero ha trattato anche il tema futuro: Mi piacerebbe un ruolo da commissario tecnico, perché è una figura meno impegnativa visto che non richiede la continuità del campo dalla quale quando smetterò vorrei staccare un po’ “.  Buffon ha anche risposto alle domande sui suoi “eredi” in nazionale e nel club: “Penso che sia giusto così, non sono eterno e non ho mai pensato di esserlo. La Nazionale e la Juventus sono più importanti del singolo Buffon”