Milan-Napoli, Piatek: “Aspettavo una notte così” – Il video della doppietta

Probabili formazioni 22 giornata

MILAN NAPOLI PIATEK – Krzysztof Piatek fa il suo esordio in campo dal primo minuto e subito fa la differenza: con una doppietta nel primo tempo porta il Milan in semifinale di Coppa Italia eliminando il Napoli. Squadre in campo nel primo tempo con formazioni molto diverse da quelle di sabato scorso in campionato con l’incontro finito 0 a 0. Nel Milan annunciato lo scambio tra Cutrone e Piatek mentre a sorpresa restano Invece fuori Rodriguez, Suso, Calhanoglu e Calabria per Laxalt, Abate, Castillejo e Borini. -> Leggi anche Pagelle Milan-Napoli 2-0, highlights e tabellino del match

La doppietta di Piatek

E Piatek non delude dopo 10 minuti segna il gol del vantaggio per i rossoneri. Su lungo lancio di Laxalt il polacco non perde l’occasione per farsi spazio e realizzare. Passa poco piu’ di un quarto d’ora ed e’ sempre Piatek che raddoppia con un gol strepitoso in contropiede raccogliendo l’ovazione di tutto lo stadio. Nella ripresa il Napoli attacca a testa bassa, mantiene quasi sempre il possesso di palla ma l’attacco e’ sterile e azzurri non riescono a realizzare. Anche i cambi non portano il risultato sperato e l’incontro si conclude cosi’ con la vittoria del Milan che in semifinale affrontera’ la vincente tra Inter e Lazio. A rovinare la festa milanista qualche coro dei tifosi contro quelli napoletani. -> Leggi anche Milan-Napoli, Gattuso: “Piatek cecchino. S’è inventato il secondo gol”

Milan Napoli Piatek: “voglio solo fare gol”

”Mi aspettavo una notte così, l’avevo detto che ero pronto e oggi ho fatto doppietta. Ed è solo l’inizio’‘. Lo dice, ai microfoni di Milan Tv, Krzysztof Piatek dopo la doppietta al Napoli. ”Entrambi i gol – aggiunge il centravanti polacco – sono stati bellissimi, anche se sono stati diversi tra loro. Oggi è andata bene, ma io ho già la testa per la gara contro la Roma. Speriamo di vincere domenica, abbiamo tutto per farlo”. Piatek definisce ”grandiosa” l’atmosfera di San Siro, parla del derby tra connazionali con Milik con un sorriso (”gli ho parlato prima della partita e questa volta ho vinto io”) e resta con i piedi ben saldi per terra: ”E’ nata una stella? Vedremo. Io voglio solo fare gol e lo ripeto, sto bene e sono nato pronto”.